Creazione siti web

Il sito web, tutti lo vogliono. Nell'era digitale è diventato indispensabile.
Ma siamo sicuri di sapere cos'è e a cosa serve un sito internet?
Partiamo dalla definizione perfettamente scritta da Wikipidia e che merita la prima positizione e la posizione zero nella serp specifica per la query "sito web" che riporto qui in basso.

Un sito web o sito Internet è un insieme di pagine web correlate, ovvero una struttura ipertestuale di documenti che risiede tramite hosting su un server web, raggiungibile dall'utente finale tipicamente attraverso un comune motore di ricerca e/o un indirizzo web tramite web browser.
tratto da Wikipedia

La pagina di Wikipidia racchiude in maniera molto coerente e dettagliata ciò che è tecnicamente un sito web. Quindi i linguaggi di programmazione, la struttura, le tipologie di siti e anche un accenno all'aspetto legale.

Ma un sito internet è solo questo?

Il sito internet è uno strumento di Marketing che, attraverso l'attuazione di tecniche, strumenti e strategie, consente l'acquisizione di nuovi clienti, la vendita di prodotti o servizi e la diffusione del brand, nel canale di acquisizione digitale.
Il sito web è uno strumento di comunicazione e di informazione in grado di influenzare il comportamento degli utenti.

 

Aggiunto questo elemento descrittivo, che io ritengo fortemente significativo, è possibile valutare il processo di progettazione, creazione e monitoraggio di un sito web, da un punto di vista più ampio.

Incontro col cliente e raccolta delle informazioni

Il primo incontro col cliente può avvenire in sede o in videoconferenza. Non è indispensabile un incontro vero e proprio. E' un meeting conoscitivo.
Siamo ancora in una fase preliminare in cui non dobbiamo definire gli obiettivi, ne far vedere una presentazione al cliente, ne fargli firmare il contratto di collaborazione.
L'obiettivo di quest'incontro è ascoltare il cliente, farsi raccontare la sua idea e chiedere le informazioni che serviranno per la progettazione del sito.

Normalmente è il Project Manager che gestisce l'incontro.

1 - Lasciamo al cliente la descrizione del suo lavoro e i servizi che offre o la sua idea di progetto.

2 - Chiediamo al cliente se ha già un'idea del layout che vorrebbe, se ha visto qualcosa durante la navigazione, che potrebbe piacergli.
Meglio visionarlo insieme e cercare di carpire ciò che piace al cliente dei siti che ci ha mostrato.

Incontro con il potenziale cliente e definizione degli obiettivi

Nota a chiarimento: É importante che il cliente si senta capito e coccolato. Di fatto non ha l'esperienza per poter decidere e sarebbe deleterio per il suo business lasciarlo fare. Solo se si tratta di un sito vetrina potremo lasciare decide il più al cliente. Di fatto si cercherà di avvicinare il più possibile il layout del sito all'idea del cleinte senza perdere di vista usabilità, navigabilità, buongusto e velocità di caricamento.

3 - Facciamoci dare una descrizione dettagliata dei servizi offerti. Es: se il nostro cliente è un'officina per le lavorazioni meccaniche e tra le varie lavorazioni, quindi servizi, offerti dall'officina c'è la marcatura dei metalli, meglio sapere di che tipo(laser, micropunti, perchissione, incisione...), ci servirà per la creazione del layout, per la scrittura dei contenuti e per poter valutare le strategie di marketing sempre che il cliente decida di attuarne.

4 - Approfondiamo il motivo e quindi l'obiettivo della creazione del sito. Nel caso in cui fosse un rifacimento, chiediamo il motivo del rifacimento e l'obittivo che vorrebbe ottenere col nuovo sito.

5 - Chiediamo se ha un logo.Se il logo esiste ed il cliente non vuole cambiarlo, diventa vincolante per il layout.

6 - A più di 20 anni dall'avvento di Internet, la maggior parte delle aziende hanno già avuto un sito. Chiediamo se hanno preferenze sul metodo utilizzato per la realizzazione. Quasi tutti conoscono la differenza tra un sito statico e un sito dinamico. La scelta verrà eseguita in teoria in funzione degli obiettivi e della tipologia di sito da realizzare.

7 - Le immagini. Bisogna definire se esistono delle foto di buona qualità da utilizzare, se dovranno essere scattate, se ci pensa il cliente a commissionare il lavoro ad un fotografo o se dobbiamo valutare anche questo elemento nel preventivo.

8 - Chi scriverà i contenuti testuali del sito che accompagneranno le pagine web.

9 - Bisogna valutare la necessità di un blog all'interno del sito.

10 - Se si tratta di un E-commerce, chi inserirà le descrizioni prodotti e le immagini prodotti.

11 - Di chi sarà la gestione del sito. Se la gestione passa al cliente, probabilmente sarà necessario il manuale di utilizzo el pannello di amministrazione.

12 - Valutiamo la possibilità di integrazione con strumenti di Marketing Automation.

13 - Se il cliente non ce lo ha detto ad inizio chiedendo quali sono i suoi clienti abituali(o target).
Nota a chiarimento: L'utente che utilizza un servizio o prodotto offline, non è detto che utilizzi lo stesso servizio o prodotto online. Il target che il nostro potenziale cliente ci comunica potrebbe non essere raggiungibile via internet.

La progettazione di un sito web

Per creare un sito web professionale è importante seguire varie fasi della progettazione. Non basta valutare e progettare solo aspetto grafico.
La progettazione di un sito web professionale, che sia un valido strumento di marketing, che porti quindi valore aggiunto al business è un processo complesso che richiede necessariamente l'intervento di più professionisti e svariati tools.

Il sito vetrina ha una complessità inferiore, quindi alcuni elementi possono essere trascurati, visto che di fatto sarà al massimo un catalogo online.

Valutiamo il caso in cui il cliente decide di affidare l'intero progetto.

Le fasi di progettazione


1 - Analisi di mercato

Perchè eseguire un'analisi di mercato per un realizzare un sito web?
--> Un sito web è uno strumento di marketing che deve consentire la vendita di prodotti o servizi all'azienda richiedente il progetto.
--> Il che equivale a dire che i servizi o prodotti che saranno presenti nel sito web devono soddisfare i bisogni degli utenti di Internet, che non sono necessariamente uguali hai bisogni delle persone nel mondo reale. 
--> Il che equivale a dire che bisogna intercettare i bisogni degli utenti in funzione delle richieste, meglio chiamarle Query, che gli utenti eseguono utilizzando i motori di ricerca.

Lo specialista in grado di eseguire questa operazione è il SEO Specialist. Sarebbe bene che il SEO Specialist partecipasse al meeting conoscitivo, per poter chiedere chiarimenti in merito alle informazioni che il cliente fornisce già al primo incontro ed evitare eccessive perdite di tempo e costi.
Durante la fase di analisi del mercato o analisi SEO, cioè la ricerca delle kw da utilizzare, il SEO Specialist continuerà ad interagire per chiarimenti con il committente.

NB: può accadere che i prodotti o servizi non riscontrino l'interesse degli utenti finali nel web. E una condizione che si verifica più spesso per i mercati B2B.

NOTA A CHIARIMENTO: La SEO o posizionamento sui motori di ricerca non è possibile per tutti i siti o per tutti i prodotti.

In funzione dell'analisi eseguita e della potenziale strategia da attuare(l'analisi diventa utile per tutta una serie di attività che verranno eseguite sul sito), il SEO Specialist fornirà la struttura portante del sito. Il MENÙ PRINCIPALE del sito.

NOTA A CHIARIMENTO: I bisogni degli utenti variano nel tempo. Se l'obiettivo è sodisfare i bisogni degli utenti anche il sito web dovrà adattarsi per poter essere un valore aggiunto.
Il monitoraggio, che viene eseguito dopo la messa online, ha lo scopo di misurare le performance in termini di raggiungimento degli obiettivi e in termine di UX.

2 - La scrittura dei contenuti Grazie al lavoro eseguito dal SEO Specialist saranno disponibili le Key Word e gli intenti di ricerca legati servizi o prodotti e sarà possibile scrivere i contenuti SEO Oriented. Il SEO Specialist consegna le Key Word al SEO Copywriter che sciverà i contenuti secondo i canoni richiesti dai motori di ricerca, per posizionare le pagine all'interno delle serp. I contenuti scritti dovranno essere validati dal cliente.

NB: Il cliente potrà variare i testi ma senza alterarli eccessivamente. Il rischio è il mancato posizionamento. Eventualmente il monitoraggio del sito una volta online può fornire indicazioni più interessanti sulle modifiche da effetuare.

3 - Le immagini sono un elemento grafico di forte impatto. Gli utenti web sono pigri. Leggono poco. Hanno bisogno di ricevere le informazioni in maniera visiva. Le immagini rientrano nella categorie degli elementi comunicativi non verbali. 
Alcuni siti, alcune pagini, acluni prodotti hanno bisogno di foto ben fatte, ricche di dettagli.
Altri hanno bisogno di interventi grafici.
Altri ancora possono utilizzare foto o immagini scaricate dalla rete e rielaborate per essere integrate con la pagina web dando al sito uno stile univoco, una impronta personale.

Letti i testi e colte le sensazioni o le informazioni che questi emanano, il grafico dovrà immaginare ed impostare il layout delle singole pagine con l'aiuto del wireframe.

4 - La progettazione del layout. Wireframe e morkup

Il wireframe è una bozza grafica, uno schizzo che i più creativi realizzano su un foglio di carta, mentre I più tecnologici, invece, si avvalgono di programmi online. Il wireframe rappresenta la base dell’idea. Solitamente, è in bianco e nero. Normalmente il wireframe è per uso interno.
Va realizzato per tutti i layout possibili. Quindi ogni pagina avrà 4 Wireframe:

  • Desktop;
  • Laptop;
  • Tablet;
  • Smatphone.

wireframe sito

I morkup sono una serie di disegno con i colori, logo, immagini e testi che daranno corpo alle pagine e che verranno mostrati al cliente.

Anche il morkup come il wireframe dovrà essere realizzato in 4 versioni

Info Legali

Angelo Denitto

Ditta Individuale
Correggio (Re)
P.Iva 02736550357